La lezione di Larrain: meditate gente meditate….

Nel 1972 Sergio Larain (1931 – 2012) all’apice della sua carriera fotografica si ritirò sule Ande nel paesino di Tulahuén perché stanco e deluso dal mondo dei media. Passò il resto della sua vita cercando di raggiungere la completa autosufficienza in una specie di mondo autarchico, fotografando, meditando e lavorando la terra… Chissà cosa avrebbe pensato Sergio se fosse stato precipitato nel mondo di oggi?

L’altro giorno stavo facendo delle ricerche con Matteo Cuzzola su dei motori di ricerca internazionali e constatando che non eravamo facilmente trovabili dai nostri clienti piano ci è salita l’ansia… Oggi sembra che tu possa fare il fotografo solo se esisti in rete e non se sei una persona in carne ossa. Tutto questo porta a delle distorsioni abominevoli e a pensieri non corretti.

Tornando a Larrain ho visto che nell’ultimo periodo molte sensazioni negative sono sparite seguendo una piccola parte della sua strada. Non sono abbastanza ricco per ritirarmi in montagna 🙂  ma ho ripreso a meditare… Non tanto 10 minuti al giorno… Mi sveglio  la mattina  invece di iniziare a correre come un cane che si morde la coda, mi siedo con le gambe incrociate ad occhi chiusi ed ascolto il mio respiro e sento le palpebre che non ne vogliono sapere di rilassarsi, i pensieri che iniziano ad ammassarsi. Un respiro, un altro, l’aria entra dal naso e scende nella carotide a riempire i polmoni, lentamente e poi fuori all’inverso come una bottiglia che si vuota… Nel giro di qualche minuto non rimane che quello il respiro che mi mantiene in vita… Guardo tutto in maniera distaccata e serena… Fino a quando le mie gatte non mi assaltano ed inizia la pet therapy… 🙂 Ecco qualcuno sarà convinto che mi sono completamente rimbambito invece inizio a essere più concentrato più positivo ho ritrovato il tempo di tornare a guardare i libri di fotografia nella mia biblioteca.

Ok non vi ho convinto? Guardatevi un po’ di scatti di Sergio Larrain almeno quelli vi piaceranno!!!

Qui i libri di Sergio Larrain.

Vittore Buzzi fotografo, Vittore Buzzi wedding

One Comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *