Riattivare la creatività: un decalogo

Troppo spesso ci capita di incontrare fotografi alle prime armi che non sanno come iniziare ad esprimersi o fotografi più avanzati che hanno perso l’ispirazione cosa fare?
Come riattivare dei circoli virtuosi che portano ad avere voglia di scattare dei nuovi progetti? Cosa non fare? Lo spieghiamo spesso nei nostri corsi: la fotografia se si sceglie come strada va coltivata con costanza e con amore. Allora ecco un piccolo decalogo di “To Do ” e di  “Not To Do”, va preso in maniera intelligente come tutti i decaloghi va interpretato e adattato alle vostre esigenze è una road map per pensare e rimettere in circolo le energie creative…

  1. Semplificare il proprio mondo;
  2. Spegnere lo smart phone e disconnettersi;
  3. Liberare la mente;
  4. Ritagliarsi del tempo e uno spazio per se;
  5. Riprendere a leggere;
  6. Stare con le persone a cui vuoi bene;
  7. Imparare a dire di no;
  8. Tenere un quadernino per gli appunti;
  9. Andare a teatro, a vedere mostre, a visitare la propria città;
  10. Progettare, strutturare un progetto sentendosi liberi di disattenderlo;

Queste piccole e semplici regoline possono venire neglette per lungo tempo… Il punto 2: “Liberare la mente” sta diventando ogni giorno più difficile. Siamo continuamente subissati di informazioni e stimoli che sembrano richiedere in maniera immediata la nostra attenzione. Così come le nostre case si riempiono di cose inutili le nostre teste sono piene di pensieri in agitazione. Nell’ultimo anno mi sono trovato a dover gestire più informazioni, più compiti che mai…. Ho dovuto cercare dei metodi per migliorare la mia efficienza ed efficacia… e delle strategie per diminuire lo stress accumulato. Sono stato molto aiutato da un testo che è diventato un classico: David Allen Detto Fatto e dalla mia determinazione nel semplificare la mia vita… Vuotando casa e disfandomi, piano piano di un sacco di cose accumulate nel tempo evitando accuratamente di ritornare ad ammassare…

Svuotare fisicamente il proprio ecosistema ha un effetto molto importante: inizi a trovare le cose che ti servono e capisci quanto tempo hai perso nel gestire gli oggetti che ti appesantiscono mentalmente…

Meno è meglio, imparare a vivere con quello che si ha… e abbiamo tanto… non può che farci bene

Coltivare buoni pensieri…

 

 

 

 

 

 

 

One Comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *