Romanzo da città

Ciao a tutti!

Ho già scritto diverse volte di come mi piaccia fare fotografia nel mio privato quotidiano, come diario ed espressione di sensazioni. Questo va mano a mano con i miei lavori come fotografo professionista, ma allo stesso tempo, resta separato.

Mentre scrivo questo mi sto confrontando con molti ricordi dai mesi precedenti. Ho lavorato molto ultimamente e spesso il lavoro mi ha costretto a viaggiare , con il risultato di aver accumulato mesi di vita sotto forma di istantanea. Mentre le macchine fotografiche erano nella borsa, la mia compatta era sempre in tasca, o appesa al collo.

Quindi eccomi, con un puzzle gigante di fotografie sotto forma di provino a contatto E di piccole stampe che ho fatto per i miei diari personali cartacei che spesso rimangono nascosti per mesi o anni, finché non arriva il momento di tirarli fuori ed organizzarli, e questo significa spesso il realizzare fanzine autoprodotte.

Le fotografie diventano frammenti di esperienze E un mezzo per soddisfare il costante bisogno E la tensione di registrare le esperienze della vita stessa. Assomigliano ad una sensazione che hai già avuto O ad una sensazione che non hai mai avuto.

In questo tipo di fotografia il metodo deve essere deciso prima? Vuoi meglio essere istintivi E mettere assieme le cose non secondo momento? Io preferisco il secondo modo per i miei lavori personali È quello che mi ritrovo dopo é una grande esperienza umana, piena d’istinto, imprevedibile, libera, simbolica, elevata da un infinito numero di punti di vista piuttosto che da uno solo. Quando pretende di poter spiegare tutto È bello essere sorpresi dal fatto che non sai molto in realtà.

Per questo modo di fotografare, una macchina compatta E la perfetta compagna per la vita di ogni giorno. Percorsi in metropolitana, lunghe camminate in città, incontri ed il semplice atto di registrare qualcosa mentre lo vivi diventa più semplice se hai uno strumento semplice che fa semplicemente quello che deve: fare fotografie, preservare le memorie ed essere una piccola scatola nera che ti connette con il mondo così come lo hai vissuto.

Questo tipo di fotografia vede la tradizione di “provoke” Dove una piccola fotocamera nel mezzo perfetto per un’esplorazione ed esperienza quotidiana.

Macchine in corsa che passano

Le strade sono una gigante massa di persone stasera

Uomini ubriachi proprio soli

Una ragazza con un rossetto rosso scrive nervosamente sul suo telefono e fotografa se stessa

Alcuni ragazzi stanno parlando di Dio

Auto della polizia

Quella ragazza si sposerà presto

Mentre delle auto fischiano sorpassando l’autobus su cui sto viaggiando

Un uomo abbraccia la sua donna

Il pavimento dell’autobus assomiglia ad una costellazione

Un vero romanzo da città.

settaggi fujifilm x70 street photography
Tutte le fotografie che vedete sono state riprese con una X70 in jpg bianconero. Queste impostazioni secondo me sono perfette: tutto quello che mi resta da fare È una piccola curva di contrasto ogni tanto, ma la maggior parte delle volte le fotografie sono praticamente perfette così come escono dalla fotocamera, in questo modo ho una perfetta istantanea al volo. L’unica cosa che aggiungerei È la possibilità di imprimere la data sulle foto. Questa possibilità viene considerata una cosa da amatori, ma quello che penso e che sia molto importante quando scatti fotografie come diario quotidiano per preservare, notare e ricordare.

 

Parleremo, se vorrete, di questo ed altri approcci nel nostro workshop di Street Photography in programma a Marzo a Milano.

Un gruppo ristretto per una visione davvero personale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *