Flash Q, un progetto interessante

Qualche mese fa in occasione di una mostra fotografica avevo visto un ragazzo che aveva uno strano “accrocchietto” montato sulla slitta flash, e un flash in mano.

Tendenzialmente ho sempre evitato sistemi flash costosi, non ne faccio un uso ampio…e comunque non utilizzo il TTL se non per istantanee senza pretese, trovandomi davvero a lavorare quando serve in condizioni proibitive, come ad esempio negli incarichi come fotografo di matrimonio. Basti pensare a situazioni di buio, dove si deve esporre per qualcosa ricoperto di bianco con a fianco qualcosa di oscuro… 🙂 In questi casi regolo a mano e due scatti di prova in digitale danno subito le conferme che mi occorrono.

Mi piace staccare il flash dalla macchina e di solito uso un cavo a Spirale Nikon di vecchia data, un SC-17, che non dovendo usare il TTL é perfetto. Un economico ed indistruttibile cavo.

sc-17 Nikon
sc-17 Nikon

A volte devo però ammettere che il cavo rompe, oppure ho voglia di piazzare il lampo dove non arrivo col braccio…e allora serve un Trigger radiocomandato…in giro ci sono i famosi Pocket Wizard, ma costano un occhio e anche scegliendo i loro fratelli cinesi (che vanno benone se non serve un controllo avanzato) si tratta comunque di un sistema non tascabile.

Meno roba mi metto in borsa e meno complicazioni ho a dover organizzare tasche e taschine, ed ecco che appunto incappo in questo progetto, che é stato finanziato con una campagna tipo Kickstarter.

flash q  flash trigger
flash q flash trigger

L’idea in se é geniale…un piccolissimo trasmettitore, iper-economico, alimentato con una pila a pastiglia che dura un immensità…e che faccia scattare qualunque lampeggiatore semplicemente sfruttando il contatto caldo.

Ecco che anche la mia telemetro anni 70 ha un flash off-shoe, basta una slitta a contatto caldo e il gioco é fatto. La coppia di trigger sta in una scatola di fiammiferi. Si spengono da soli dopo tot minuti di inutilizzo, mi sembra 15.

Costano davvero un inezia, sono divertenti e carini…unico accorgimento se usate una x-pro1, e magari capita anche su altri modelli..la macchina non rileva il flash (credo questione di bassissime tensioni) e allora basta usare la presa sincro flash classica, così come su modelli vecchissimi di macchina che hanno la slitta ma senza contatto. Insomma, li montate davvero su tutto!

Collegamento flash

Ripeto, non amo usare il flash con poca luce, o meglio, non solo per quello…ma a volte aggiunge uno stile e degli effetti decisamente validi ed interessanti, non raggiungibili in luce ambiente.

flash off camera

Sul sistema Olympus il Flash TTL funziona egregiamente ma ha un micro zicco di ritardo nello scatto e per esempio (sta scrivendo Vittore ora) quando lavoro come fotografo di matrimonio durante i balli questo può disturbare e magari far perdere l’attimo fuggente quindi mi capita spesso di lavorare con un sistema di fuoco zonale con macchina e Flash in manuale.

Vittore Buzzi Photography
Vittore Buzzi Photography

Avendo poi un vecchio flash Nikon è possibile lavorare in location con due flash (io ho comprato la confezione con 1 transmitter e due receiver) anche di marche diverse in manuale. Questo mi permette di creare dei piccoli schemi di luce con un flash che pulisce il fondo rendendolo bianco e un altro munito di  un piccolo bank (come il lastolite EZYBox) per eseguire dei veloci ritratti in maniera economica e facile, ammorbidendo la luce e creando un piacevole effetto naturale (qui un esempio). Insomma un sistema per trasformare velocemente e senza aggiunta di pesi inutili i vostri Flash  in un mini studio trasportabile.

lastolite EXYbox
Lastolite EXYBox

Per informazioni consultate il sito del produttore, che poi é il progetto di una ragazza che ha avuto un idea semplicemente geniale.
Noi lo consigliamo per tutti i tipi di foto da quelli di azione ai ritratti più posati quando vi serve una fonte di luce aggiuntiva vuoi perché le condizioni lo richiedono o per  dare quel tocco in più ai vostri scatti.
Fotografo Matrimonio

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *