Olympus OM-D E-M5 Mark II

Fa freddo a Praga, tira un vento assassino…
Giapponesi e tedeschi sorridono felici, sanno che la nuova “piccola” è un capolavoro di tecnologia, in 425 grammi hanno messo tutto il meglio che oggi si può avere (tranne il video 4K).

1000-olympus-omd-em5-II-accessories_1423074546

Cosa c’è di nuovo in questa macchina rispetto alla E-M5 base?

  1. Mirino elettronico della E-M1;
  2. Sistema di messa a fuoco Contrast Detect della E-M1, non ha  Phase Detect;
  3. Nuovo schermo orientabile per favorire le riprese video;
  4. Modalità High resolution con Raw da 9216 x 6912 o JPEGs at 7296 x 5472. Funziona solo con soggetti fermi, può funzionare anche in studio con i flash ma il tempo di sincronizzazione con i flash è di 1/20 di sec quindi bisogna poter controllare la luce in studio. Nelle future macchine fotografiche si riuscirà a fare questo mega file a mano libera!!! Aspettiamo… ;
  5. Una grande quantità di funzioni video, le manca solo il 4K
  6. Nuovo stabilizzatore a 5 assi da brividi con un po’ di pratica ed esercizio si possono fare filmati senza doversi portare dietro slider, dolly o altro;
  7. Otturatore elettronico completamente silenzioso da usare in chiesa (se siete dei fotografi di matrimonio) o  a teatro;
  8. Costruzione stra solida e water proof;
  9. Una quantità di accessori inimmaginabile vedi sopra.

Dal punto di vista tecnologico ho poco da dire sono contento che la risoluzione nativa sia rimasta a 16 Megapixel con un consolidamento delle capacità della macchina a 3200 ISO rispetto alla E-M1.
Per gli amanti dei paragoni del file qui potete sbizzarrivi:  Prova File su DPReview.

Il design delle rotelle e del grip è assolutamente spaziale, una macchina piccola anzi piccolissima che sta in tasca, se ci montate il 14mm fisso di Panasonic diventa praticamente invisibile, un sogno per chi viaggia o per i reporter in una borsa con 2,5 kg vi portate dietro due corpi, 4 ottiche grip, batterie e un microfono: un mondo di possibilità, questa macchina sarà la scelta per chi fa story telling e vuole iniziare a mescolare video e immagini.

Devo dire che i produttori storici di macchine mirrorless stanno facendo veramente di tutto per non far rimpiangere le grandi reflex, cercano anche soluzioni innovative ed esplorano nuove vie… Allora è tutto rose e fiori? Ovviamente no… In attesa di ampliare la gallery con un po’ di Raw (aspetterò che da Adobe rilascino il nuovo camera raw) ecco una lista di cose da tenere presente e di migliorie che desidererei.

Allora appunto è giunto il momento di cestinare le vecchie reflex?
Sono queste le macchine del futuro?
Probabilmente si ma ci sono alcune cose che vanno bene tenute a mente:

  1. 3200 ISO se volete andare oltre dovete rivolgervi a FUIJ o al duo CANI (Canon, Nikon), lo sforzo che chiederei ad Olympus è proprio questo un file usabile a 6.400 ISO lo userei poco ma lo vorrei ;
  2. Sfocato e profondità di campo minima, non cercate qui sono poche le ottiche f 1.2 o meno usabili nella realtà… fotografare con il M43 vuol dire usare lo sfondo per raccontare una storia. Vorrei uno sforzo anche qui una serie di PRIME LENS f 1.0 o 1.2 non troppo pesanti, oggi il software fa miracoli nella correzione ottica, ogni tanto avrei voglia anche io di sfocare a palla, tenendo poi conto che con 6.400 ISO a 1.2 fotografi al buio;
  3. Batterie, io ho fatto 550 foto di cui alcune RAW + JPEG e circa 4 minuti di girato video e la batteria era ad 1/3 rimasto, se si riuscisse a migliorare un po’ non sarebbe male;
  4. Focus Tracking sta migliorando e ben presto sarà al livello delle reflex ma oggi non è così quindi se siete fotografi di sport mettetevi il cuore in pace;
  5. Schermo Orientabile: va bene per le riprese video io trovo più funzionale quello vecchio per la fotografia;
  6. Design 1: possibile che i bottoni siano sempre in posizioni diverse a seconda del modello di OM-D? Vorrei che riuscissero a fare delle cose omogenee;
  7. Design 2: osare mi piacerebbe che certe cose non rimanessero solo dei prototipi vedi sotto
    PENPEN
  8. Tutorial video dedicati, la macchina ha potenzialità illimitate, senza degli adeguati video che spieghino come usarla la maggior parte delle super funzioni che ha non vengono usate, bisogna spiegare il valore delle loro macchine al grande pubblico;
  9. Menu non intuitivi, a Praga chi non usava Olympus aveva difficoltà a settare la macchina secondo le sue esigenze.

Infine l’ultima raccomandazione per i lettori di questa prima recensione questa macchina ha potenzialità che vanno ben oltre le mie capacità…  Siete sicuri che vi servano?
Spesso ripeto che le macchine sono dei mezzi non dei feticci in cui identificarsi, una delle cose che adoro delle Olympus è che te le porti dietro e che puoi quindi averle a portata di mano quando ti servono. Infine una macchina per tutto, ti concentri sulle foto e non sul mezzo…
Ricordatevi che quello che funziona per me potrebbe non funzionare per voi, solo l’uso prolungato e la conoscenza approfondita di una sistema vi diranno se è quello che serve per voi.
Infine per i professionisti c’è lo scoglio psicologico di presentarsi al cliente con una macchina minuscola, ma su questo non posso aiutarvi fa parte della vostra sicurezza e della vostra autostima…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *